• maggie8324

LIBERA IL GENIO DI TUO FIGLIO- Andrew Fuller


Fantastica scoperta questo notevole libro di Andrew Fuller, psicologo clinico specializzato sul benessere dei giovani e delle famiglie. Il testo spiega ai genitori come aiutare i figli a sviluppare abilità e potenzialità di cui naturalmente dispongono.


I nostri figli sono dei geni. Magari non ve ne rendete conto, e tantomeno loro, ma fanno parte della generazione più intelligente di tutti i tempi”; “Viviamo in un mondo in cui gli schermi televisivi diventano sempre più grandi e i bambini sempre più grassi, ansiosi timidi e infelici…Non contate solo sulla scuola affinchè la genialità di vostro figlio si manifesti… Esplorando, creando e giocando nel mondo voi potete espandere la mente dei vostri figli”.


Nei primi tre capitoli introduttivi approfondisce il ruolo dei genitori, sfata alcuni falsi miti su intelligenza e potenzialità e fornisce una spiegazione esaustiva e semplice sull’architettura e sviluppo del cervello.

Nei successivi capitoli approfondisce le abilità necessarie per liberare i talenti naturali dei bambini e come i genitori possono contribuire concretamente al loro sviluppo:


· concentrazione: noi abbiamo una naturale tendenza a farci distrare dagli stimoli più nuovi ed eclatanti; “Il trucco per sviluppare la concentrazione a livello di un genio è che i bambini imparino a distinguere e cose a cui devo prestare attenzione


· pensiero efficace: “nella complessità di questo mondo sono le persone capaci di ragionare in modo chiaro, profondo e semplice che si distinguono. La chiarezza di pensiero non solo favorisce l’inventività e la creatività ma conduce anche a una vita felice”


· abilità di pianificazione: la capacità di resistere e non fare la prima cosa che viene in mente è un potente predittore del successo nella vita; “in gran parte la felicità di vostro figlio dipenderà dalla sua capacità di fare piani vantaggiosi e prendere le decisioni giuste e rispettarle


· abilità di decisione: “buona parte della nostra felicità ha a che fare con le decisioni che prendiamo, dove viviamo, con chi trascorriamo il tempo, che cosa facciamo…. Se vogliamo che i nostri figli abbiano una vita felice, dobbiamo aiutarli a imparare a prendere buone decisioni”.


· Motivazione e perseveranza: il livello di perseveranza è il più forte predittore del successo scolastico e lavorativo. Tutti i più grandi innovatori hanno in comune una sola cosa: non essersi mai arresi di fronte alle difficoltà e ai fallimenti.


· atteggiamento mentale proatttivo: “che tu pensi di farcela o di non farcela, avrai comunque ragione” diceva Ford; per questo è importante aiutare i figli a non aver paura di sperimentarsi, a non rinunciare e a sostituire pensieri “inutili e bloccanti (es: “non o so fare”) con pensieri utili (“potrei imparare.. Non lo so ANCORA fare”).


· Creatività e problem solving: forte predittore del successo è un’abilità che si crede innata e che la società e la scuola non ci aiuta a sviluppare. La spinta verso l’utilizzo del pensiero logico e la tendenza a classificare le persone spegne la naturale tendenza dei bambini alla curiosità, e stimola invece ansia e preoccupazione.


· Memoria: ci sono alcuni trucci semplici e quotidiani che potete insegnare ai vostri figli per ricordare; ad esempio il metodo GASE secondo il quale per ricordare una cosa bisogna immaginarla grande, attiva, sostituirla ed esagerarla; inoltre “qualsiasi cosa che accade o leggete viene elaborata nei vostri sogni ed è nei sogni che i ricordi si consolidano: per questo è ben ricordare ai propri figli che li si ama prima che vadano a dormire”.


· Organizzazione: in un mondo disordinato e frenetico dobbiamo aiutare i nostri figli a recepire le informazioni con senso critico. "INVECE DI CHIEDERE SEMPRE AI VOSTRI FIGLI COM’È ANDATA LA GIORNATA, DOMANDATE LORO QUAL’È L’IDEA O IL PENSIERO PIÙ NOTEVOLE CHE HANNO AVUTO OGGI".


Il pregio di questo testo è che approfondisce tematiche complesse, in modo esaustivo, con un linguaggio semplice e comprensibile. Inoltre, alla fine di ogni capitolo sono presenti tabelle con indicazioni concrete ed esempi (ad esempio giochi, attività, esperienze…), divise per età, per sviluppare l’abilità trattata nel capitolo.


Ho apprezzato questo testo perché in fondo aiuta a sviluppare una consapevolezza che manca troppo spesso anche nel mondo adulto….. La presa di coscienza che la felicità non dipende da cause esterne (dalla fortuna, dai soldi, dagli incontri…) ma da una catena di eventi che noi stessi indirizziamo attraverso i nostri pensieri, le nostre scelte, le nostre decisioni. Spingiamo i nostri figli verso la consapevolezza di se stessi, dei meccanismi mentali, delle proprie potenzialità, per aiutarli ad essere costruttori attivi della propria vita e non solo dei passivi fruitori.


“Il più grande spreco nel mondo è la differenza tra ciò che siamo e ciò che potremmo diventare”

(Ben Herbster)


19 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti