• maggie8324

SPILLOVER - David Quammen

Aggiornamento: 24 mag 2020


Una sola parola: LEGGETELO! La conoscenza di questi fenomeni è sempre importante e lo ancora di più in questo momento.


Ho di fronte a me una di qui libri che non si dimenticano facilmente, che si merita un posto di rilievo negli scaffali più in vista della libreria. Una lettura che posso definire tranquillamente come una delle migliori di quest’anno e che mi ha spesso lasciata con gli occhi sbarrati e con la curiosità di voltare le pagine per sapere sempre di più.


Un libro illuminante, affascinante, immenso, di fronte al quale nessuna parola o recensione può essere in grado di descriverne la grandezza.


Il testo è stato pubblicato nel 2012 ed frutto di un lavoro di ricerca durato 6 anni: tale impegno e professionalità emergono anche dalla potenza delle parole dell’autore.


Spillover è un mix tra un saggio e un reportage, scritto con un ritmo e un coinvolgimento degni di uno dei migliori thriller. Lo stile di scrittura, nonostante la specificità degli argomenti trattati, è scorrevole, chiaro, facilmente comprensibile e con una vena ironica. È davvero unico nel suo genere!


Quammen ci accompagna a scoprire il mondo dei VIRUS e per farlo viaggeremo insieme a lui nelle fattorie australiane, nelle grotte africane, attraverseremo le foreste del Congo, i mercati della Cina, e molti altri luoghi ancora alla ricerca di cibi esotici, macachi, gorilla, volpi volanti e soprattutto pipistrelli.

Il viaggio sarà l’occasione per approfondire la conoscenza, l’origine e la modalità di diffusione di alcuni dei più noti virus: ebola, peste, HIV, Nipha, influenza aviaria, influenza suina, SARS e Coronavirus.


La domanda principale che spinge l’autore in questo viaggio di ricerca è la stessa che tutti noi ci siamo posti, e di cui le risposte confuse, vaghe e fuorvianti che “captiamo” dalle diverse fonti, sono la principale fonte di incertezza, rabbia, confusione : “Da dove sbucano questi virus?”. Essi non saltano fuori dal nulla ma la loro presenza è strettamente legata all’esistenza stessa dell’uomo in quanto “eventi naturali”. “Essi rimangono “nascosti” a lungo all’interno di specie animali che fungono da “serbatoio”, portando con se il patogeno senza ricevere danno.


Quamman si concentra in modo particolare su come è avvenuto, per ognuno di virus considerati, lo SPILLOVER (tracimazione), cioè il salto di specie: il momento in cui un patogeno passa da un agente ospite ad un’altra.

E quando avviene uno spillover il virus entra in nuovo ospite e la tregua si rompe…. Una volta entrato in un organismo a lui non familiare, il virus può trasformarsi in un innocuo passeggero, una moderata seccatura, o una piaga biblica. Dipende".


Un altro concetto fondamentale spiegato chiaramente da Quammen è la ZOONOSI: “Quando un patogeno fa un salto da un animale ad un essere umano e si radica nel nuovo organismo come agente infettivo siamo in presenza di una zoonosi. Tutti i tipi di influenza umana sono zoonosi, così come la peste bubbonica e l’ebola […].Ogni nuova e strana malattia con grande probabilità arriverà dagli animali. Le zoonosi di origine selvatica rappresentano la più consistente e consistente minaccia alla salute della popolazione mondiale tra tutte le malattie emergenti”.


Alcuni ritengono che tale testo, profetizzi l’arrivo del Coronavirus. Io non lo trovo un termine corretto. Profetizzare significa prevedere il futuro per “ispirazione divina”. Tutto ciò che viene menzionato in questo testo non è altro che il frutto della conoscenza e di studi scientifici.

“The Next Big One, la prossima grande epidemia, è un tema ricorrente tra gli epidemiologici”, che lo considerano come un fatto inevitabile. “In una popolazione in rapida crescita, con molti individui che vivono addensati e sono esposti ai nuovi patogeni , l’arrivo di una nuova pandemia è solo questione di tempo. È altamente probabile che … sarà causata da un virus.

Alcuni di questi (virus,) in particolare i coronavirus, devono essere considerati serie minacce alla salute pubblica. Si tratta di virus con alta capacità evolutiva e provata abilità di causare epidemie nelle popolazioni animali”.


Dopo aver letto questo libro ne esco con una consapevolezza maggiore rispetto a quello che è possibile e impossibile CONTROLLARE; su quanto tutto tende NATURALMENTE all’ordine e all’equilibrio; su quanto mantenere intatto l’ecosistema non è solo rispetto per l’ambiente ma fondamentale per la nostra stessa sopravvivenza. “Ogni piccola cosa che facciamo può abbassare il tasso di infezione, se ci rendiamo diversi gli uni dagli altri, e non corrisponde al comportamento standard del gruppo. Gli sforzi e le scelte ponderate dei singoli possono avere una grande importanza al fine di scongiurare la catastrofe che potrebbe ucciderci come mosche”.


Leggete questo libro! Leggetelo anche se siete intimoriti dall’argomento e spaventati da un possibile contagio! Perché per combattere il nemico…è necessario prima conoscerlo!


2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti